Advertising Break: A difesa dei diritti della popolazione polacca.

Advertising Break: comunicare con la creatività.

Annunci

International

L’Advertising Break di questa settimana ospita un’iniziativa dalle finalità sociali messa in atto da Amnesty International per tutelare i diritti dei più deboli.

Questa volta l’organizzazione non governativa ha realizzato, in collaborazione con l’agenzia di marketing e comunicazione Twin di Varsavia, una campagna pubblicitaria a favore degli abitanti della Polonia che si sono visti limitare i propri diritti dalle autorità governative locali.

L’obiettivo di questa iniziativa è quello di evidenziare tutti quei diritti che sono stati limitati dal Governo polacco e individuare delle possibili soluzioni al problema. Ad esempio, Amnesty International ha proposto una donazione dell”1% del proprio reddito agli abitanti della Polonia .

Naturalmente per evitare la censura dell’iniziativa, l’organizzazione non governativa ha invitato a tutti i partecipanti a non menzionare direttamente le autorità governative locali né tanto meno di organizzare eventi che possono pregiudicare la buona riuscita della stessa iniziativa.

Per questo motivo lo staff di Twin ha optato per una pubblicità strategica dove i protagonisti non sono le persone ma gli animali. Quest’idea nasce dall’antichità, durante il periodo dell’antica Grecia, dove gli animali erano protagonisti dei racconti degli antichi scrittori dell’epoca. Basta ricordare le celebri favole di Esopo per ricercare la chiave di lettura di questa comunicazione ovvero far leva sulla metafora comunicativa per evitare atti di censura.

Ad esempio nell’immagine che ho selezionato per voi, c’è un gruppo di lupi rincorre un branco di cervi, limitandone la propria libertà. Un vero e proprio atto di bullismo nei confronti dei più deboli.

L’immagine è completata dal logo collocato in altro a destra e dall’espressione anglosassone endangered che significa in via d’estinzione. Inoltre la parte testuale è completata da una breve descrizione dell’iniziativa messa in atto da Amnesty International e dalla possibile soluzione al problema ovvero l’autotassazione dei propri redditi.

Si tratta di un vero e proprio esempio di come si possa comunicare in modo semplice ed efficace attraverso l’uso della creatività.

Ovviamente l’iniziativa non sarà giudicata per gli aspetti grafici o per i contenuti testuali visto che rispecchia lo spirito per cui è nato l’Advertising Break ossia tutelare i più deboli. Per tali ragioni ci limitiamo solo a sostenere le tante battaglie condotte da Amnesty International.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...